VISTO l’avviso pubblico per l’assegnazione ed erogazione dei contributi allo spettacolo previsto dal D.M. 23 aprile 2020, indetto dalla Direzione generale spettacolo il 7 maggio 2020 rep. n.624 e pubblicato in pari data sui siti internet del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo (www.beniculturali.it) e della Direzione Generale Spettacolo (www.spettacolodalvivo.beniculturali.it);
VISTO in particolare l’Articolo 1 comma 3 lettera c) del suddetto avviso, in cui si richiede agli organismi partecipanti come requisito non aver ricevuto, nell’anno 2019, contributi a valere sul Fondo unico per lo spettacolo di cui alla legge n. 163 del 1985;
CONSIDERATO che nell’anno 2019 i contributi finanziari di cui all’art. 43 (Residenze) del D.M. 27 luglio 2017 sono stati imputati al cap. 8770 Fondi lotto del bilancio del MiBACT;
CONSIDERATO che i contributi erogati ai sensi del D.M. 27 luglio 2017 articoli 42 (Tournée all’estero) e 44 comma 2 (Progetti speciali), sostengono attività non ordinaria a carattere non triennale;

SI COMUNICA CHE

con riferimento a quanto disposto all’art. 1, comma 3, lettera c) dell’Avviso pubblico indetto il 7 maggio 2020 rep. n.624 in ordine al requisito di non aver ricevuto, nell’anno 2019, contributi a valere sul Fondo unico per lo spettacolo di cui alla legge n. 163 del 1985, gli organismi che sono stati destinatari di contributi ai sensi degli articoli 42 (Tournée all’estero), 43 (Residenze), 44 c. 2 (Progetti speciali) del D.M. 27 luglio 2017, possono presentare domanda, purché non abbiano ricevuto nello stesso anno contributi FUS ad altro titolo.